Acquedotto del Fiora ha da sempre improntato la propria cultura aziendale sui valori di correttezza, trasparenza e parità di trattamento, facendo riferimento non solo alla normativa vigente, ma anche e soprattutto a quei documenti specifici di autocontrollo quali la Carta del Servizio e il Regolamento del Servizio Idrico integrato. E' per queste ragioni che Acquedotto del Fiora, prendendo spunto dalle novità introdotte dal D.lgs 231/01, si è prontamente adeguata predisponendo e formalizzando il proprio Modello di Organizzazione e Gestione.
 
Il D.lgs 231/01
Introduce per la prima volta nell’ordinamento italiano la responsabilità penale degli enti relativamente alla commissione di alcuni reati specificatamente indicati dal Legislatore.Ciò significa che: alla responsabilità penale personale, che ricade esclusivamente sulle persone fisiche che commettono il reato, con il Decreto si aggiunge anche la responsabilità penale della Società. Il legislatore ha in tal senso individuato una serie di fattispecie di reati per i quali le Società possono essere ritenute responsabili, laddove il reato sia stato commesso a vantaggio o interesse per le società. In tal senso, non è necessario il conseguimento un vantaggio concreto, ma è sufficiente che vi sia stato un interesse nella commissione dell’illecito.
Il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo
Per una gestione delle attività e dei processi aziendali rispondente ai criteri di eticità e buona condotta, Acquedotto del Fiora ha strutturato a decorrere dal 2008 il proprio Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo. L’obiettivo è quello di indirizzare i comportamenti e i rapporti con i diversi interlocutori aziendali - messi in atto dagli amministratori, dai dipendenti e da chiunque instauri con Acquedotto del Fiora un rapporto lavorativo - al rispetto dei valori di efficienza, correttezza, trasparenza, imparzialità, rispetto della persona e rispetto dell’ambiente. L’adozione da parte di Acquedotto del Fiora di un Modello di Organizzazione e Gestione risponde anche al vigente dettato normativo in termini di Responsabilità delle imprese, così come normato dal D.lgs 231/01.
Il Modello di Organizzazione e Gestione è costituito da più documenti che descrivono i principi ed il funzionamento del “sistema di controlli” adottati dall’ente. Nella fattispecie, contiene e descrive:
  • il Codice Etico;
  • il sistema organizzativo;
  • le procedure manuali ed informatiche;
  • i poteri autorizzativi e di firma;
  • il sistema di controllo di gestione;
  • la comunicazione al personale e sua formazione;
  • i poteri, i compiti e la composizione dell’Organismo di Vigilanza;
  • flussi informativi verso l’OdV;
  • il sistema disciplinare adottato, idoneo a sanzionare il mancato rispetto delle misure indicate nel Modello;
  • le misure adottate per scoprire ed eliminare tempestivamente situazioni di rischio.
     
Al fine di una piena conoscenza e condivisione sia all’interno delle funzioni aziendali che nei confronti dei diversi stakeholders esterni, il Modello di Organizzazione e Gestione e la relativa documentazione di riferimento sono stati oggetto di formalizzazione e diffusione.
Rappresenta il codice di comportamento dell’azienda nei suoi rapporti con gli interlocutori interni ed esterni.
In esso sono elencati i principi base relativamente ai rapporti con gli interlocutori dell’ente: Pubblica Amministrazione, pubblici dipendenti e interlocutori commerciali privati.
Prevede, come contenuto minimo, i seguenti principi:
Il rispetto di leggi e regolamenti vigenti in tutti i Paesi in si opera;
Ogni operazione e transazione deve essere correttamente registrata, autorizzata, verificabile, legittima, coerente e congrua;
Acquedotto del Fiora ha approvato e adottato il Codice Etico. “Responsabile Etico della Società”: Amanda Barazzuoli

L'Organismo di Vigilanza
Ha il compito di vigilare sul funzionamento e l’osservanza del MOG e di curarne il suo aggiornamento.
In Acquedotto del Fiora l’Organismo di Vigilanza è ad oggi costituito da:
Presidente – Emilio Angelo Falletti - (Presidente Vicario del Consiglio di Amm.ne)
Membri:
Amanda Barazzuoli, anche con funzioni di Segreteria - (Responsabile Internal Audit)
Paolo Fabbrini - (Presidente Collegio Sindacale)
Piero Ferrari - (Responsabile Unità R.U.O.)
Acquedotto del Fiora ha da sempre improntato la propria cultura aziendale sui valori di correttezza, trasparenza e parità di trattamento, facendo riferimento non solo alla normativa vigente, ma anche e soprattutto a quei documenti specifici di autocontrollo quali la Carta del Servizio e il Regolamento del Servizio Idrico integrato. E' per queste ragioni che Acquedotto del Fiora, prendendo spunto dalle novità introdotte dal D.lgs 231/01, si è prontamente adeguata predisponendo e formalizzando il proprio Modello di Organizzazione e Gestione.
Il D.lgs 231/01
Introduce per la prima volta nell’ordinamento italiano la responsabilità penale degli enti relativamente alla commissione di alcuni reati specificatamente indicati dal Legislatore.Ciò significa che: alla responsabilità penale personale, che ricade esclusivamente sulle persone fisiche che commettono il reato, con il Decreto si aggiunge anche la responsabilità penale della Società. Il legislatore ha in tal senso individuato una serie di fattispecie di reati per i quali le Società possono essere ritenute responsabili, laddove il reato sia stato commesso a vantaggio o interesse per le società. In tal senso, non è necessario il conseguimento un vantaggio concreto, ma è sufficiente che vi sia stato un interesse nella commissione dell’illecito.
Il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo
Per una gestione delle attività e dei processi aziendali rispondente ai criteri di eticità e buona condotta, Acquedotto del Fiora ha strutturato a decorrere dal 2008 il proprio Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo. L’obiettivo è quello di indirizzare i comportamenti e i rapporti con i diversi interlocutori aziendali - messi in atto dagli amministratori, dai dipendenti e da chiunque instauri con Acquedotto del Fiora un rapporto lavorativo - al rispetto dei valori di efficienza, correttezza, trasparenza, imparzialità, rispetto della persona e rispetto dell’ambiente. L’adozione da parte di Acquedotto del Fiora di un Modello di Organizzazione e Gestione risponde anche al vigente dettato normativo in termini di Responsabilità delle imprese, così come normato dal D.lgs 231/01.
Il Modello di Organizzazione e Gestione è costituito da più documenti che descrivono i principi ed il funzionamento del “sistema di controlli” adottati dall’ente. Nella fattispecie, contiene e descrive:
  • il Codice Etico;
  • il sistema organizzativo;
  • le procedure manuali ed informatiche;
  • i poteri autorizzativi e di firma;
  • il sistema di controllo di gestione;
  • la comunicazione al personale e sua formazione;
  • i poteri, i compiti e la composizione dell’Organismo di Vigilanza;
  • flussi informativi verso l’OdV;
  • il sistema disciplinare adottato, idoneo a sanzionare il mancato rispetto delle misure indicate nel Modello;
  • le misure adottate per scoprire ed eliminare tempestivamente situazioni di rischio.
Al fine di una piena conoscenza e condivisione sia all’interno delle funzioni aziendali che nei confronti dei diversi stakeholders esterni, il Modello di Organizzazione e Gestione e la relativa documentazione di riferimento sono stati oggetto di formalizzazione e diffusione.
Rappresenta il codice di comportamento dell’azienda nei suoi rapporti con gli interlocutori interni ed esterni.
In esso sono elencati i principi base relativamente ai rapporti con gli interlocutori dell’ente: Pubblica Amministrazione, pubblici dipendenti e interlocutori commerciali privati.
Prevede, come contenuto minimo, i seguenti principi:
Il rispetto di leggi e regolamenti vigenti in tutti i Paesi in si opera;
Ogni operazione e transazione deve essere correttamente registrata, autorizzata, verificabile, legittima, coerente e congrua;
Acquedotto del Fiora ha approvato e adottato il Codice Etico. “Responsabile Etico della Società”: Amanda Barazzuoli

L'Organismo di Vigilanza
Ha il compito di vigilare sul funzionamento e l’osservanza del MOG e di curarne il suo aggiornamento.
In Acquedotto del Fiora l’Organismo di Vigilanza è ad oggi costituito da:
Presidente – Emilio Angelo Falletti - (Presidente Vicario del Consiglio di Amm.ne)
Membri:
Amanda Barazzuoli, anche con funzioni di Segreteria - (Responsabile Internal Audit)
Paolo Fabbrini - (Presidente Collegio Sindacale)
Piero Ferrari - (Responsabile Unità R.U.O.)

SEGNALAZIONE GUASTI
tutti i giorni 24h/24h

800.35.69.35
gratuito da telefono fisso e cellulare

SUPPORTO SERVIZI ONLINE
operatori telefonici dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 19.00
ed il sabato dalle 8.00 alle 13.00
non attivo nei giorni festivi

800.13.33.28
gratuito da telefono fisso e cellulare

RICHIESTE COMMERCIALI
operatori telefonici dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 18.00

800.88.77.55
gratuito da telefono fisso
199.11.44.07
da cellulare - servizio a pagamento

clicca qui per vedere
tutti gli orari
degli sportelli fiora

  • 19/05/2017
    Il sistema Terremoto: azzerati per 36 mesi i costi per acquedotto, fognatura e depurazione e rateizzazione su 2 anni.

    L’AEEGSI (Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico) vara misure a favore dei cittadini colpiti dagli eventi sismici che dal 24 agosto 2016 hanno colpito il Centro Italia.  Lo fa attraverso la deliberazione 252/2017, un provvedimento che vale per tutti quei cittadini.... leggi tutto
  • 23/05/2017
    Castiglione della Pescaia, intervento di manutenzione programmata a Tirli

    Castiglione della Pescaia, intervento di manutenzione programmata a Tirli. Martedì 23 maggio dalle 8 alle 17 i tecnici di Acquedotto del Fiora saranno al lavoro sulla condotta di adduzione in località Poggio Saragio, determinando la temporanea sospensione dell'erogazione idrica alle utenze.... leggi tutto